Skip to main content

Maniaco acerrano sul treno Napoli-Cassino: obbligava ragazze a guardarlo mentre si masturbava

Di Luglio 24, 2017Cronaca, Primo piano
obbligava ragazze a guardarlo mentre si masturbava

L’uomo, 60 anni, è stato arrestato ieri dopo aver obbligato due ragazze ad assistere mentre si masturbava, minacciandole con un coltello. È accusato di violenza privata, atti osceni e detenzione di arma da taglio

Due donne vittime dello stesso maniaco, a pochi minuti di distanza l’una dall’altra. È accaduto ieri pomeriggio sul treno regionale Napoli-Cassino. L’uomo in questione, un 60enne di Acerra, ha avvicinato la prima donna (una ventenne di Cassino), l’ha aggredita quando il treno – semivuoto – superava la stazione di Tora e Piccilli (CE) e l’ha bloccata, minacciandola e costringendola ad assistere mentre si masturbava, fino alla fine dell’atto. La ragazza, impietrieta, è stata poi liberata ed è scappata per avvisare il capotreno – che ha girato la segnalazione al Commissariato di Cassino.
Nel frattempo l’uomo si ripeteva: avvicinava una ragazza di colore e la bloccava, cominciando a masturbarsi e obbligandola a guardarlo. Gli uomini del Commissariato di Cassino a quel punto intervenivano e arrestavano l’uomo per violenza privata, atti osceni e detenzione di arma da taglio.