Pornostar indignata dopo visita sul Vesuvio: ecco quello che ho visto

Di Agosto 7, 2017Cronaca, Primo piano

POMPEI. E’ stato suo malgrado il protagonista di questa estate, ma il Vesuvio rischia di tornare nel dimenticatoio, dopo giorni in cui si è parlato di prevenzione e controllo. A lanciare il grido d’allarme, inaspettatamente, è la pornostar Valentina Nappi, originaria di Pompei, che ha approfittato di un periodo trascorso in zona per una visita sul vulcano in occasione dell’ultimo concerto del Pomigliano Jazz Festival.

Ecco il suo post su facebook: “Oggi sono stata all’ultimo concerto del Pomigliano Jazz sul cratere del Vesuvio. Mentre il musicista faceva (giustamente) i soliti discorsi sul Vesuvio in fiamme, sul rispetto della propria terra e delle proprie radici, decine e decine di persone fumavano indisturbate nonostante la presenza del corpo della protezione civile e dello staff del Pomigliano Jazz”.

“Come se non bastasse il fumo passivo a rovinarmi il concerto, c’era un insopportabile chiacchiericcio, squilli di telefono, ecc. Un ragazzo dello staff del Pomigliano Jazz mi ha anche disturbato per chiedermi di farsi un selfie: non poteva aspettare la fine del concerto?”

Valentina Nappi e la foto pubblicata sul profilo