Skip to main content

La gang delle ruote colpisce ancora in zona Chiaia

Mille colpi da gennaio ad oggi, zone critiche come il Vomero e nuovi raid anche in altri quartieri. Dopo che la zona collinare è finita nel mirino delle forze dell’ordine, gli specialisti delle ruote si stanno spostando a Chiaia.

Negli ultimi mesi, in particolare, questo tipo di segnalazioni sono state registrate a decine nell’area nord e nella cintura dei comuni dell’hinterland settentrionale della città, ma anche in centri e nei quartieri della cosiddetta Napoli bene.

In alcune zone la rassegnazione e il fatalismo fanno quasi chiedere a ognuno: chissà se oggi toccherà a me. Perché all’orizzonte non ci sono scialuppe o zattere di salvataggio. Dire che, in alcune zone. i residenti si sentono “abbandonati” è diventato quasi un mantra retorico. Un’ ipertrofizzazione abusata anche dal sensazionalismo degli stessi giornalisti.

Ma a toccare il polso di certe zone della città in preda ogni giorno delle azioni di malviventi violenti e senza scrupoli, dal sentirsi senza controlli, al sentirsi senza speranza, il passo è breve. Con le mani della criminalità che stringono la gola di chi ci sopravvive. La percezione di insicurezza è un sentimento oramai diffuso tra i residenti.

Guardarsi alle spalle è un riflesso condizionato in tante periferie dimenticate. Perché anche se si tratta di aeree difficili, lì continuano ad esserci persone perbene. Che vogliono smettere di pensare, alla fine di ogni giornata: “Ce l’ho fatta anche oggi, speriamo di riuscirci domani“.

Per essere informato in tempo reale segui la nostra pagina Facebook all'indirizzo https://www.facebook.com/Edizionenapoletane