attualità

Ancelotti in conferenza stampa:”Punti persi per un errore clamoroso”

di  edizionecaserta  -  31 Ottobre 2019

Ancelotti all’esito della partita contro LAtalanta è intervenuto nella consueta conferenza stampa per commentare la prestazione della squadra e degli azzurri. “E’ un episodio molto semplice, c’è stato un abbaglio. Una decisione presa dal VAR e non dall’arbitro. Doveva almeno mettere il dubbio all’arbitro, ha arbitrato Banti e non Giacomelli. Questo è il problema”.

Ancelotti sull’espulsione?

“Cercavo di calmare i miei. L’arbitro mi ha chiesto una mano e io gli ho detto ‘ma non ti viene il dubbio’? Non doveva succedere, è molto triste”.

Gasperini non ha risposto sull’episodio, dicendo di andarlo a rivedere.

“Al di là di questo, la gara l’abbiamo giocata benissimo, soprattutto nella ripresa. Avremmo meritato di vincere, la prova è stata ottima. Ce la prendiamo con noi stessi spesso, stavolta non possiamo rimproverarci niente. Resta il rammarico, due punti persi che meritavamo. Dispiace, ma l’episodio è chiaro, c’era anche il rosso di Pasalic su Callejon. Ma dovremmo spiegarci come funziona, se arbitra il VAR o meno. Ero un fautore, ma se questo è l’utilizzo del VAR… non è un supporto! E’ l’arbitro! Ed io mi sento attaccato personalmente, è già la seconda espulsione. Il quarto uomo era Doveri che mi ha espulso a Milano, è un attacco alla mia professionalità, mi dispiace per i giocatori e la società”-

Le condizioni di Allan?

“Ha una distorsione al ginocchio, ha un po’ di dolore, ma non eccessivo”.

Preoccupazioni?

“Legate a questi dubbi nelle decisioni, un po’ alla classifica, ma giocando così risaliremo molto in fretta”.

Nicchi o Rizzoli dovrebbero scusarsi?

“Nicchi dirà che non è rigore, è una decisione giusta, prenderà le parti dell’arbitro, come ha sempre fatto, ma è stato un errore clamoroso, non dell’arbitro secondo me. Qui ce la prendiamo con un mezzo meccanico che non è un mezzo perché c’è un altro arbitro dietro”.

Problema di confusione per il protocollo VAR?

“Faccio l’allenatore, ci sono persone preposte, ma per migliorare bisogna riconoscere gli errori, come quando noi giochiamo male”.

Psicologicamente una gara finita così lascia uno strascico ai giocatori?

“Dobbiamo superare la rabbia e la delusione per questo episodio. C’è una gara fatta bene, con grande piglio di tutti. L’Atalanta è un’ottima squadra, l’abbiamo messa sotto fisicamente e tecnicamente, meritavamo di vincere senza dubbio. Recuperiamo, non sarà facile, ma stiamo bene, abbiamo anche Maksimovic, ora avremo Mario Rui e speriamo che Allan non abbia problemi. Gli attaccanti sono freschi, dispiace per i punti, ma c’è tempo”.

Distratti nel 2-2?

“No, resterò arrabbiato per l’episodio prima del gol”.