attualità

Champions, dichiarazioni di Insigne e fine del ritiro senza autorizzazione della società: le ultime

di  Antonio de Chiara  -  6 Novembre 2019

Napoli. Dopo il pari contro il Salisburgo, l’attaccante del Napoli Lorenzo Insigne ai microfoni di Sky Sport dichiara: “E’ un periodo un po’ così, ma dobbiamo alzare la testa e continuare a lavorare. Sappiamo di dover dare continuità, non possiamo fare una partita buona e una sottotono come a Roma. Siamo un po’ amareggiati perché facciamo grandi prestazioni e non riusciamo a segnare, come con l’Atalanta. Bisogna essere più cattivi sotto porta.

 

Contro il Salisburgo siamo stati un gruppo molto unito, questo è merito del mister che ci fa stare tranquilli e non ci mette pressione. Non siamo in un buon momento, ma dobbiamo reagire e andare avanti. Se pensiamo in negativo va solo a nostro discapito, dobbiamo solo continuare a seguire Ancelotti che ci sta dando tanto e dobbiamo ricambiare la sua fiducia”.

 

Inoltre il giornalista di Sky Massimo Ugolini, commenta la fine del ritiro da parte del Napoli senza autorizzazione della società: “E’ stata una scelta della squadra. I senatori dello spogliatoio erano arrabbiati sul prolungarlo e ognuno è andato via liberamente verso le proprie abitazioni. I calciatori hanno chiesto di interrompere il ritiro, la richiesta non è stata accolta da parte della dirigenza e quindi i giocatori azzurri, autonomamente, hanno deciso di interromperlo”.