Skip to main content

Niente palestra e ascensore, il liceo musicale scoppia. Pd chiede nuova sede e sulla mensa…

Di Gennaio 15, 2020Politica, Primo piano

Acerra. L’opposizione torna ad accendere i riflettori sulla questione scuole. Nella giornata di ieri il capogruppo consiliare Paola Montesarchio, insieme a Domenico Riemma si è recata al liceo musicale Munari, toccando con mano le difficoltà degli alunni e degli insegnanti a svolgere le lezioni in aule.

Attualmente l’auditorium è occupato da banchi perché adibito ad aula didattica perdendo così la sua funzione e, non esistendo una palestra, l’educazione fisica si riduce a delle partite di ping pong tra i ragazzi intrappolati nell’atrio.
Difficoltà anche per i diversamente abili che hanno problemi a frequentare il laboratorio musicale al piano primo perché l’ascensore è guasto.

Sulla vicenda del Munari il Pd è intervenuto con una nota sulle problematiche del panorama scolastico acerrano, a partire dalla risoluzione definitiva della questione del I circolo didattico.

“Relativamente a quella che appare una soluzione condivisa, esprimo una valutazione positiva, anche perché coerente con la posizione assunta pubblicamente dal Partito Democratico nei giorni scorsidichiara Carmine Siracusa, segretario cittadino del PD ma dobbiamo anche purtroppo prendere atto di altre gravi criticità, come quella del Liceo Musicale, allocato nell’ex carcere mandamentale”.

E’ evidente che le nostre discussioni e riflessioni non possono esaurirsi qui continua il segretario demla scuola, in tutte le sue articolazioni, resta una priorità e bisogna fare ogni ulteriore sforzo affinchè vengano trovate le giuste e adeguate soluzioni, senza alcuna contrapposizione, del tutto sterile e fuorviante, tra il tema della scuola e quello della sicurezza”.

“In merito a queste problematiche, così come per il mancato avvio della refezione scolastica, è grave l’inerzia della Commissione Consiliare ed il silenzio dell’assessora al ramo, Milena Petrella –  dichiara il Capogruppo consiliare del PD, avv. Paola Montesarchio Riteniamo, pertanto, di impegnare il Sindaco, la Giunta e la Conferenza dei capigruppo ad ulteriori approfondimenti, per verificare tutte le possibili soluzioni, tenendo conto anche degli spazi che si renderanno liberi a seguito del trasferimento delle classi del I circolo a piazzale Renella e senza tralasciare la possibilità di allocare il Liceo Musicale nello stesso plesso, anche a costo di prevedere una diversa ubicazione del Commissariato della Polizia di Stato”

Siamo altresì impegnaticoncludono i dem Montesarchio e Siracusaa sviluppare una riflessione complessiva, contribuendo ad elevare il livello del confronto, molto spesso, per responsabilità politica di chi è alla guida della città da circa otto anni, incentrato sulla gestione delle emergenze”