Whirlpool conferma l’addio a Napoli: perdiamo 20 milioni l’anno

Di Gennaio 29, 2020attualità

La Whirlpool conferma di voler abbandonare il sito di Napoli ed Invitalia è già alla ricerca per conto del governo di un nuovo soggetto che subentri alla multinazionale americana.

Invitalia e il governo richiedono un piano industriale solido e “credibile”, in grado di prospettare una ripresa delle attività produttive sostenibile nel lungo periodo e in linea con le caratteristiche
del territorio. La ricerca, spiegano i presenti all’incontro in base a quanto riferito nel corso del tavolo, sarà rivolta ad aziende e gruppi sia nazionali che internazionali, non necessariamente attivi nello stesso settore di Whirlpool. Per questo, a supporto del Mise, è stata attivata la specifica struttura di Invitalia che opera in collaborazione con i desk Ice operanti all’estero. Nella fase iniziale, per quanto riguarda i soggetti internazionali, si guarderà ad aziende già presenti “con successo” in Italia o che considerino già prospettive di insediamento nel Paese. A tutti i soggetti che presenteranno una manifestazione di interesse verrà richiesta formalmente una proposta vincolante di insediamento accompagnata dal relativo piano industriale.

Lo stabilimento di Napoli perde 20 milioni di euro l’anno. E’ il numero chiave presentato dall’amministratore delegato di Whirlpool Italia, Luigi La Morgia, al ministero dello Sviluppo
economico.