Skip to main content

“Terra di camorristi”, Barbato contatta Frattini dopo il tweet delle polemiche. Le ultime

Di Febbraio 2, 2020Politica, Primo piano

L’AGGIORNAMENTO

Acerra. Dopo il polverone mediatico sollevato dal tweet choc di Franco Frattini, l’esponente locale di Fratelli d’Italia Raffaele Barbato ha contattato l’ex ministro per chiarimenti su quelle dichiarazioni.

“Ho appena scritto all’onorevole Frattini che mi ha risposto, in poche ore sta montando un caso ed è giusto difendere la nostra comunità e l’onore degli Acerrani, riporto le risposte di Franco Frattini e avvisate quelli che si stanno strappando le vesti che Acerra si difende a testa alta sempre, con l’esempio quotidiano e l’impegno di una comunità che deve ritrovare coesione e identità.

Riterrei chiuso il caso Frattini a questo punto e, mi auguro che tutti lavorino per una città libera e più democratica. La camorra fa schifo sempre!”

IL PRIMO LANCIO

Acerra. E’ esploso il caso Frattini ad Acerra. L’ex ministro degli Esteri si è reso protagonista di una gaffe clamorosa su twitter: ha risposto, infatti, ad una richiesta di aiuto per una cagnetta abbandonata definendo “Acerra terra di camorristi figuratevi se trattano bene i cani”. 

 

Una frase che è ancora presente ancora sul profilo di Franco Frattini, il quale avrebbe anche rincarato la dose nei successivi commenti. Il putiferio, partito da una segnalazione di una utente acerrana, peraltro,  si è scatenato dopo che la gaffe è stata ripresa anche dai media. L’amministrazione comunale potrebbe ora adire le vie legali nei confronti dell’ex ministro come anticipato dal presidente del Consiglio Andrea Piatto.

 

“Provvederò a convocare nelle prossime ore la conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari, come richiestomi ieri sera dal Sindaco, che informerà circa le iniziative legali ed istituzionali che verranno assunte a tutela dell’immagine di Acerra e degli acerrani. Un attacco squallido e grave, gratuito, da parte di un ex Ministro che ha fatto parte dei Governi più pericolosi per l’ambiente della storia repubblicana. Era il Ministro degli Esteri all’epoca dell’apertura del cantiere dell’inceneritore, in carica quel 29 agosto 2004 quando 30000 acerrani furono affrontati con mano militare. Giusto paghi tutto.”

 

Durissimo anche il commento del sindaco Raffaele Letieri: “Le dichiarazioni dell’ex ministro Franco Frattini tra #generalizzazione e #moralismo, si avvicinano molto al qualunquismo. E’ gravissimo il suo attacco ingiustificato è assolutamente poco informato ad un’intera Comunità. L’inconsapevole giudizio di Frattini mal si addice al suo ruolo istituzionale presente e passato. Ci saremmo aspettati altro da un uomo delle Istituzioni e della sua parte politica. In più, dire che ‘tutto è camorra’ significa fare un favore alla camorra, è un po’ come dire che ‘niente è camorra’. Per questo motivo ci rifiutiamo anche di dare pubblicità alle sue dichiarazioni, riportandone la foto.

Purtroppo queste affermazioni finiscono per allontanare sempre più i cittadini dalle Istituzioni.Le dichiarazioni dell’ex ministro Franco Frattini tra generalizzazione e moralismo, si avvicinano molto al qualunquismo. E’ gravissimo il suo attacco ingiustificato è assolutamente poco informato ad un’intera Comunità. L’inconsapevole giudizio di Frattini mal si addice al suo ruolo istituzionale presente e passato. Ci saremmo aspettati altro da un uomo delle Istituzioni e della sua parte politica. In più, dire che ‘tutto è camorra’ significa fare un favore alla camorra, è un po’ come dire che ‘niente è camorra’. Per questo motivo ci rifiutiamo anche di dare pubblicità alle sue dichiarazioni, riportandone la foto. Purtroppo queste affermazioni finiscono per allontanare sempre più i cittadini dalle Istituzioni.”

 

CLICCA QUI PER LEGGERE LA CONVERSAZIONE