Cronaca

«Prima dell’orientamento sessuale viene la persona»: don Maurizio ricorda Paola e il suo amore con Ciro

di  Redazione Cronaca  -  15 Settembre 2020

«Prima dell’orientamento sessuale viene la persona»: don Maurizio ricorda Paola e il suo amore con Ciro

Caivano/Acerra. Si sono tenuto oggi, nella parrocchia di San Paolo Apostolo, al Parco Verde di Caivano, i funerali di Maria Paola Gaglione, morta nella notte dell’11 settembre inseguita e speronata dallo scooter del fratello Michele mentre stava col suo compagno Ciro.

 

Don Maurizio Patriciello ha riferito: Siamo in chiesa, qui l’ odio tace. Lasciamo fuori i nostri pensieri adesso è il momento di pregare””. Chiede “perdono” a Maria Paola perché non siamo stati capaci di custodire la tua fragile e preziosissima vita. Prima dell’orientamento sessuale, del colore della pelle e del conto in banca viene la persona umana, creata ad immagine e somiglianza di Dio”.

Ciro, il fidanzato transessuale di Paola, non c’è. Prima della cerimonia, scortato dalla Polizia si è recato all’obitorio a salutare la salma. Per suo conto viene affisso davanti alla chiesa un poster: ‘Il mio cuore con te, il nostro amore oltre le nuvole, correvamo verso la nostra libertà’ con quattro foto con Maria Paola. Non c’è Michele, il fratello 30 enne, che avrebbe provocato la morte della ragazza facendo perdere l’equilibrio allo scooter sul quale viaggiava a calci, e forse speronandolo; è in carcere.