Nella zona rossa si piange ancora: ottava vittima di Covid a Marcianise

Di Ottobre 26, 2020Cronaca, Primo piano

 

Nella zona rossa si piange ancora: ottava vittima di Covid a Marcianise

MARCIANISE. Nella città ora zona rossa si piange ancora per il Covid. Nel bollettino dell’Asl infatti è stata ufficializzata l’ottava vittima marcianisana dall’inizio della pandemia, la seconda di questa ondata.

Si tratta di un’anziana deceduta nella giornata di sabato dopo aver combattuto la battaglia contro il virus. In città ora i positivi sono 285 su 365 rilevati dall’inizio della pandemia, mentre 72 sono le persone guarite.

Da questa mattina sono stati istituiti posti di blocco agli ingressi della città e non solo per impedire l’accesso e l’uscita. E’ vietato entrare o uscire sia da Marcianise che da Orta, tranne che agli operatori di attivita’ sanitarie o di prima necessita’. Scatta il divieto di allontanamento dalle proprie abitazioni se non per esigenze di approvvigionamento di beni e servizi di prima necessita’. Chiusi uffici pubblici e negozi a eccezione di alimentari e prodotti per la persona, chiusi bar e ristoranti che potranno effettuare solo attivita’ di delivery. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie ma non i mercati. Sono esclusi dai divieti i servizi bancari, assicurativi, finanziari, le attivita’ finalizzate ad assicurare la continuita’ della filiera produttiva.

La polizia sta presidiando l’ingresso tra la Provinciale e il Velodromo e l’area tra il Quercia e la zona ospedaliera. Carabinieri collocati in altri punti così come i militari dell’Esercito. Al momento non si segnalano episodi particolari anche se alcuni punti sono ancora “liberi”.