Dipendenti in stato di agitazione e crisi causata dal Covid, ecco perché l’Eav ha tagliato le corse

Di Novembre 21, 2020attualità

NAPOLI. “Come già evidenziato in precedenti comunicati le riduzioni del servizio ferroviario di Eav sono dovute ai seguenti motivi: Insufficienza del personale a causa di una agitazione in atto; Campania zona rossa che ha comportato una drastica riduzione dei passeggeri e la necessità di potersi spostare soltanto per motivi urgenti, di lavoro o sanitario”. E’ quanto scrive, in una nota, il presidente dell’Ente Autonomo Volturno (l’holding regionale dei trasporti), Umberto de Gregorio.

 

“La grave crisi finanziaria generata dal Covid che impone scelte oculate Per non compromettere la stabilità del bilancio ed i livelli occupazionali programmati”, aggiunge De Gregorio. “Si è già disposto che ad ogni riduzione del servizio ferroviario corrisponda una equivalente offerta del servizio gomma, in maniera tale che nessun cittadino possa essere privato al diritto alla mobilità. In ogni caso qualora ci vengono segnalate situazioni di difficoltà alla seguente e-mail: [email protected] provvederemo ad organizzare il servizio in modo tale da rispondere ad ogni eventuale esigenza non contemplata”, conclude il presidente di Eav.