Nuovo vaccino anti-Covid, slitta la somministrazione in Campania

Di Gennaio 13, 2021attualità

NAPOLI. Il previsto avvio delle somministrazioni del vaccino Moderna è stato differito, a causa di un ritardo nelle procedure. E’ quanto fa sapere, con una nota diffusa nel pomeriggio, l’Asl napoli 2 Nord. Le 250 vaccinazioni previste per domani presso le case di cura insistenti sul territorio dell’Asl saranno effettuate – come precedentemente programmato – con il vaccino Pfizer-Biontech.

 

Lo slittamento è dovuto alla necessità di aggiornare la documentazione (consenso informato, etc.) da sottoporre ai pazienti, all’atto della vaccinazione con informazioni.

L’Asl Napoli 2 Nord doveva iniziare domani la somministrazione del vaccino “Moderna” a 250 ospiti delle case di cura presenti sul proprio territorio. La dotazione iniziale per l’ASL Napoli 2 Nord è di 2000 dosi. Il nuovo vaccino, si legge in una nota dell’Asl, non richiede la conservazione a -80°, ma si può conservare a temperature comprese tra i 2 e gli 8 gradi centigradi per 30 giorni. In virtù di questa caratteristica, l’Azienda Sanitaria ha deciso di destinare questi vaccini prevalentemente ai pazienti ospiti presso le case di cura distribuite sul territorio, impossibilitati a muoversi autonomamente.