Aggrediscono e minacciano gli agenti della Municipale: l’attacco dei venditori abusivi

Di Febbraio 22, 2021Cronaca

Napoli. Dopo la vicenda di Barra e del sequestro del veicolo, risultato rubato e restituito ai leggimi proprietari, e della merce ai venditori abusivi da parte degli agenti della Municipale, i genitori dei fermati hanno, attraverso delle dirette Facebook, lanciato pesanti accuse ai vigili, minacciandoli anche di rappresaglie ed aggressioni.

La donna, tra l’altro, in una foto condivisa su Facebook, si è mostrata nell’atto di impugnare una pistola (forse giocattolo).  Il giorno dopo i due si sono recati presso il comando di Polizia per minacciare di persona gli agenti. E così sono scattate nuove denunce. Così il Pubblico Ministero ha concesso il mandato di perquisizione agli agenti del reparto della Polizia Investigativa Centrale che a casa dei due soggetti ha rinvenuto due pistole scacciacani modificate e prive del tappo rosso. Le armi sono state sequestrate mentre l’uomo è stato denunciato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, diffamazione, detenzione abusiva di armi ed alterazioni di armi.

“Solo chi ha una mentalità rivolta al crimine attacca in quel modo le forze dell’ordine. Che si trattasse di gente dedita all’illecito e alla delinquenza era evidente sin dai primi loro interventi. Ci aspettiamo ora condanne severe che servano anche da esempio a tutti coloro vogliono continuare a vivere nell’illegalità ed attaccare le istituzioni.

Alla polizia municipale va la nostra solidarietà mentre per gli aggressori ci aspettiamo ora delle condanne pesanti.”- si è così pronunciato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.