Out Osimhen, Petagna, Mertens e Lozano: il Napoli chiamato all’impresa impossibile contro il Granada senza attacco

Di Febbraio 22, 2021Sport

NAPOLI. Osimhen trauma cranico, Petagna distrazione del retto femorale, Mertens appena tornato dal Belgio per la caviglia, Lozano distrazione di secondo grado alla coscia. Il Napoli guarda al match contro il Granada senza avere una sola punta e neanche un “falso nueve” da adattare. E’ l’ennesima emergenza in una stagione sempre più difficile per gli azzurri che dopo il 4-2 subito a Bergamo ieri, sono ora chiamati a tentare la rimonta in Europa League dopo il 2-0 subito in Spagna. Servono tre gol per il sogno degli ottavi europei, ma Gattuso oggi ha guardato in campo, non ha trovato attaccanti e dovrà provare a inventarsi qualcosa anche perché intanto è partito a gennaio anche l’ultima carta, Llorente.

 

Oggi l’attenzione era su Osimhen che ha passato una notte tranquilla all’ospedale di Bergamo dopo essere svenuto ieri in campo e aver battuto la testa. Il nigeriano non ha un ricordo chiaro dei momenti dello svenimento e di quelli successivi, ma le sue condizioni non preoccupano: a Napoli in serata, sarà sottoposto anche a una visita neurologica domani e comunque non sarà in campo contro il Granada. Oggi Gattuso ha rivisto Mertens, tornato dal Belgio con la caviglia che dovrebbe essere a posto: Dries ha lavorato in palestra e in campo da solo ma difficilmente potrà essere in grado di giocare contro il Granada dopo tre settimane di terapia.

Insieme, la crisi in attacco è gravissima prima di una gara in cui serve una festa del gol. Una gara che potrebbe anche segnare la fine del rapporto tra Gattuso e il Napoli: la decisione del silenzio stampa dopo il ko di Bergamo testimonia l’atmosfera tesa a Castel Volturno, con la pazienza di De Laurentiis che potrebbe arrivare al limite in caso di eliminazione dall’Europa League. A quel punto l’unico obiettivo resterebbe il quarto posto che per il Napoli è a tre punti di distanza nonostante sia settimo in classifica. Dietro l’angolo potrebbe esserci un traghettatore fino a giugno che potrebbe poi rimanere, come Rafa Benitez o Walter Mazzarri. Ma le decisioni arriveranno dopo giovedì sera.