Altra bomba nella notte, l’opposizione lancia l’allarme: non possiamo restare in silenzio

Di Marzo 7, 2021Cronaca

SOMMA VESUVIANO. «A Somma Vesuviana continuano a verificarsi episodi estremamente gravi. La verità giudiziaria su questi fatti dovrà scoprirla la magistratura, insieme alle forze dell’ordine. Ma nel rappresentare l’opposizione io, come uomo libero e semplice cittadino, non posso restare in silenzio».

 

Queste le parole scritte sui social da Celestino Allocca, già candidato sindaco a Somma Vesuviana e attualmente consigliere comunale di opposizione, che commenta l’ennesimo atto intimidatorio avvenuto a Somma Vesuviana.

«Ho già chiesto, insieme ad altri colleghi consiglieri, che il sindaco Salvatore Di Sarno riferisca in consiglio comunale il più presto possibile. A Somma Vesuviana, città libera e democratica, – continua Allocca – deve esserci la libertà di fare politica senza condizionamenti. E se tale libertà non c’è, non possiamo fare finta di niente. Ai cittadini onesti di Somma Vesuviana, che sono la stragrande maggioranza, dico: non abbassiamo la testa, non molliamo e, soprattutto, non restiamo in silenzio. Questa non è la città delle bombe».