Il Covid non molla la presa sulla Campania, in aumento le terapie intensive occupate. Regione maglia nera nazionale

REGIONALE. Resta piuttosto stabile la curva dei contagi in Campania sulla quale influisce, come sempre nel fine settimana, la percentuale minore di tamponi molecolari esaminati.

 

Secondo i dati dell’Unità di crisi della Regione Campania, nelle ultime 24 ore sono 1.352 i casi positivi su 14.087 tamponi molecolari esaminati. Ieri l’indice di positività era pari all’8,7%, oggi è pari al 9,59%. Undici i decessi (ieri erano 12) e 1701 le persone guarite. Negli ospedali, dopo giorni in cui la situazione nelle terapie intensive è rimasta stabile, oggi si registra un aumento dei posti letto occupati, 143 mentre ieri erano 137; in aumento anche quelli in degenza, 1467 mentre ieri erano 1441.

Le accuse del commissario di Fratelli d’Italia

“Anche oggi la Campania ha il triste primato dei contagi giornalieri. Oltre il 15 per cento dei nuovi positivi in Italia è campano. Questo si aggiunge al fatto che gli oltre 91mila attualmente positivi in Campania rappresentano quasi il 24 per cento degli attualmente positivi dell’intera Nazione”.

Così, in una nota, il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, Commissario regionale di FdI in Campania. “Un quadro preoccupante che lascia presagire che la regione sarà l’ultima ad uscire dalla crisi con tutto quello che questo rappresenta in termini di ricaduta economica, soprattutto su settori già disastrati dalle decisioni del governo nazionale e di De Luca – aggiunge -. Abbiamo i migliori al governo a Roma e il migliore dei governatori a Napoli ma i risultati dicono altro”.