Comunali, Verdi all’attacco: Lega senza simbolo perché Maresca si vergogna

Di Luglio 22, 2021Politica

NAPOLI. “Salvini non può nascondersi dietro ad un finto civismo mascherando il simbolo della Lega con quello di ‘Prima Napoli’, per altro già utilizzato 5 anni fa. I napoletani non cascano dalle nuvole, lo sanno che dietro a quel simbolo c’è la Lega, un partito che da sempre ha attaccato Napoli ed il Meridione, facendo campagne diffamatorie, e mettendo in atto spesso politiche atte ad impoverire ulteriormente il Sud a favore del settentrione”.

 

Lo afferma Fiorella Zabatta copresidente nazionale di Europa Verde, commentando la visita di Salvini a Napoli. “So – aggiuge – che si tratta di un simbolo imbarazzante, soprattutto a Napoli, ma abbiamo il coraggio di dare ora vita ad un’operazione verità senza nascondersi, tra l’altro il Carroccio è l’unico partito a non mostrare il proprio simbolo in queste amministrative. Un candidato che si vergogna di un partito che lo sostiene, e un leader politico che si nasconde dietro una finta lista civica, ci fanno capire il livello meschino con cui stanno affrontando questa campagna elettorale. La risposta migliore l’hanno data i cittadini di Piazza Nazionale esponendo dai balconi gli striscioni con su scritto il numero 49, rivolto a Salvini in riferimento ai 49 milioni di rimborsi elettorali rubati dai vertici del suo partito e mai restituiti, che hanno portato a delle condanne.

Può nascondersi quanto vuole ma alla fine la storia politica sua e della lega è nota a tutti. Ci meraviglia anche che il candidato magistrato Maresca neanche in questa occasione abbia detto nulla e non prenda le distanze da alcune vicende di suoi sostenitori come sulla recente condanna di Cosentino, esponente di spicco di un partito che lo sta appoggiando, e sulle vicende di Santa Maria Capua Vetere. Un silenzio e un cambiamento su temi così importanti come la lotta alla camorra e la violenza nelle carceri che ci lasciano davvero stupiti”