Pullman precipita: l’autista è morto sul colpo, tra i 19 feriti un bambino in gravi condizioni

CAPRI. Dopo il terribile incidente di questa mattina a Capri, dove un minibus è precipitato a Marina Grande nei pressi del lido Le Ondine, adesso si fa la conta dei danni.

 

Purtroppo l’autista è morto sul colpo, mentre sono 19 i passeggeri rimasti feriti e giunti in triage nell’ospedale Capilupi di Capri. La Asl Napoli 1 ha inviato un elicottero con supporto medico e infermieristico per trasportare nella terraferma eventuali pazienti più gravi. Il primo è stato un bambino con una doppia frattura, accompagnato all’Ospedale del Mare di Napoli. Anche un altro passeggero del minibus è stato trasferito in elicottero.

Revocato lo sciopero dei trasporti di domani

L’Usb ha deciso di revocare sull’isola lo sciopero del trasporto pubblico previsto per domani, a seguito dell’incidente verificatosi oggi. La sigla sindacale, nell’esprimere “cordoglio e vicinanza”, riferisce che il rinvio accoglie una richiesta dei lavoratori e delegati della società Atc. Rispetto all’incidente,
per cui al momento si registrano il decesso del conducente del bus e diversi feriti di cui alcuni in gravi condizioni, l’Usb ritiene che “vada fatta rapidamente chiarezza sulle dinamiche e sulle eventuali responsabilità che hanno portato alla morte del conducente dell’autobus. Non è il momento delle polemiche – proseguono dal sindacato – ma crediamo che vi sia la necessità di rinnovare e potenziare l’attuale flotta di autobus, molti dei quali risalenti agli anni ’80, con mezzi di ultima generazione da mettere in servizio sull’isola di Capri”.

L’organizzazione sindacale sottolinea che “sono anni che chiediamo, invano, alla società Atc, alla Regione Campania, alla Città metropolitana di Napoli e alle amministrazioni di Capri ed Anacapri, di istituire un tavolo permanente su viabilità e sicurezza stradale con l’obiettivo di verificare la situazione organizzativa del sistema di trasporto pubblico locale sull’Isola azzurra, in un’ottica di mobilità integrata, sicura ed ecosostenibile”.