Boom di concerti abusivi a Napoli e provincia: coinvolti tit- toker e neomelodici. Foto e Video

Di Settembre 14, 2021attualità

Napoli. I concerti neomelodici non autorizzati e le feste abusive diventano un fenomeno sempre più frequente a Napoli e provincia. Lo scorso fine settimana sono finiti sotto i riflettori, per tali motivi, la tik-toker Rita De Crescenzo ed il neomelodico Tony Colombo per degli eventi non autorizzati, e che violavano le norme di sicurezza e anti covid, a Santa Lucia e a Forcella. Entrambi denunciati dal Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Nei guai finisce, però, anche un altro neomelodico, Rico Femiano. Infatti la notte tra il 12 ed il 13 settembre è stato interrotto un suo concerto non autorizzato. Come raccontato da Internapoli, gli agenti del Commissariato Bagnoli sono intervenuti in via Severino Boezio dopo la segnalazione di una festa in strada con musica ad alto volume. Giunti sul posto i poliziotti hanno notato numerose persone che, rapidamente, si allontanano alla vista delle sirene.  Tra le persone presenti sono stati identificati due uomini, il cantante neomelodico 37enne e l’organizzatore 57enne. I due sono stati sanzionati.

Mentre sabato 11 settembre a Cardito, al corso Cesare Battisti, un cantante neomelodico si è esibito su un palco allestito in strada creando problemi al traffico veicolare come è stato segnalato da alcuni residenti al Consigliere Borrelli che ha proceduto a sporgere segnalazione.

“Continuiamo a ripetere che questo dei concerti abusivi è un fenomeno che va fermato, sono eventi che mettono a repentaglio l’incolumità delle persone e la loro salute. Inoltre questi concerti non hanno alcuna autorizzazione e spesso bloccano strade o vicoli. Per non parlare dei fuochi d’artificio sparati illegalmente all’inizio o al termine dell’esibizione anche in piena notte e i cui residui vengono abbandonati per strada insozzando vicoli e strade proprio come è successo per l’ultima esibizione di Tony Colombo che dopo il suo passaggio ha lasciato una distesa di “batterie” abbandonate per strada  Perché certi personaggi devono sempre agire senza rispettare le regole, credendosi intoccabili e padroni delle strade mentre tanti artisti e locali stanno facendo sacrifici da un anno mezzo? Le regole valgono per tutti, non esistono eccezioni. Chi non le rispetta va colpito duramente, se continua a non rispettarle si fa in modo che non possa più organizzare concerti.”- ha ribadito Borrelli.

Video

Video

Video