Monete rare: gli esemplari in circolazione che valgono più di 2.000 euro

Di Settembre 16, 2021attualità

Il taglio da 2 euro non sarà di certo uno dei più preziosi in circolazione. C’è da dire, però, nonostante la moneta sia ancora in corso, che i collezionisti nutrono un certo interesse per alcuni esemplari che presentano delle particolarità piuttosto rare.

E’ il caso, ad esempio, dei 2 euro della Repubblica di San Marino. Stampati a partire dal 2004, gli esemplari commemorativi in onore di Bartolomeo Borghesi, uno storico, allettano non solo gli appassionati di numismatica, ma anche quanti si dilettino in campo storico e archeologico, raggiungendo un valore per il pezzo anche di 200 euro.

Ancora più preziosa è la moneta da 2 euro coniata dallo Stato del Vaticano un anno dopo, nel 2005, in occasione della ‘Giornata mondiale della gioventù’. Un pezzo di questo tipo, purché sia in condizioni ‘fior di conio’, può raggiungere il valore di 300 euro.

Impossibile, infine, non parlare dei 2 euro del Principato di Monaco. Questa moneta fu stampata nel 2007 in soltanto 2.000 esemplari unici e, a distanza ormai di quindici anni, il suo valore è aumentato a dismisura fino ad attestarsi su una cifra che può andare, a seconda delle condizioni, dai 2.000 ai 2.500 euro.

Come possiamo ben capire, dunque, non è poi così difficile aprire i vecchi portafogli e, del tutto casualmente, ritrovarsi in possesso di una piccola fortuna: con un po’ di buon occhio e di attenzione, con una semplice moneta da 2 euro, ci si potrà concedere un regalino inaspettato.