Skip to main content

Elezioni comunali, Pd e Movimento 5 Stelle si alleano e dialogano in mezza provincia

Di Aprile 28, 2022Politica

NAPOLI. Uniti a Pozzuoli, Nola e Acerra, dialogo aperto su Portici, Somma Vesuviana e Sant’Antimo. A poco più di un mese dal voto alle elezioni nei Comuni del 12 giugno, il Pd e M5S proseguono il loro dialogo nella provincia di Napoli, partendo dai buoni risultati ottenuti nelle precedenti elezioni a Napoli, con Manfredi diventato sindaco dell’alleanza al primo turno.

Il cammino, si apprende da fonti Pd, non è però uguale in tutti i Comuni, con le delegazioni locali che sanno trovare l’accordo o sperararsi. L’alleanza Pd-5Stelle è stata trovata a Pozzuoli, in cui i due partiti hanno trovato l’accordo su candidare Paolo Ismeno, assessore alle finanze dell’attuale giunta del sindaco uscente Figliolia: la candidatura è unita al momento ma guarda anche all’inchiesta aperta ieri dalla Guardia di Finanza nel Comune sui lavori per Rione Terra. Ok del M5S all’alleanza ma spaccatura interna del Pd con una parte del partito che ha scelto invece di appoggiare Luigi Manzoni, attuale presidente del consiglio comunale, che viene sostenuto da una larga fetta dem e si presenterà da solo, senza simbolo Pd.

Accordo per l’alleanza anche a Nola dove ieri sera si è tenuta una decisiva riunione tra Dem e Cinque Stelle locali con altre forze civiche che hanno firmato alle undici il loro accordo programmatico e l’impegno comune a trovare un candidato di unità in relativamente tempi brevi per chi sostituirà Gaetano Minieri, eletto nel 2019 ma poi caduto nel gennaio di quest’anno dopo la sfiducia della sua maggioranza in aula in una città, dove è nato e vive il sindaco di Napoli Manfredi, da allora commissariata.

Su Acerra si sarebbe trovato nelle ultime ore un accordo per candidare insieme Andrea Piatto, presidente del consiglio comunale. Accordo Pd-M5S è invece in costruzione a Portici, con una apertura nelle ultime ore su un dialogo del M5S con Vincenzo Cuomo, sindaco uscente che sarà sostenuto ancora dal Pd. Dialogo aperto anche a Sant’Antimo, dove il Pd schiera candidato sindaco Massimo Buonanno, mentre il M5S ha aperto un dialogo con il movimento locale “Sant’Antimo Bene Comune” che propone sindaco Arcangelo Cappuccio, già sindaco negli anni ’90. Strade diverse ma che si prova a unire anche a Somma Vesuviana, dove il Pd sosterrà il medico
Giuseppe Bianco, mentre il Movimento 5 Stelle potrebbe sostenere la ricandidatura dell’attuale sindaco Di Sarno che sta costruendo una nuova coalizione. Uno sdoppiamento su cui però continua il dialogo e potrebbe portare a un accordo.