Skip to main content

Piatto unisce Pd e M5S ed è il candidato sindaco del centrosinistra

ACERRA. Si è appena conclusa la conferenza stampa di presentazione della Coalizione “X Acerra Unita”, (11 liste, comprese PD e M5S ed ecologisti) e del candidato Sindaco Andrea Piatto.

Una coalizione forte, che fin da subito ha svelato tutto il significato della scelta del nome e il progetto di città. “Sono un uomo felice per il percorso che abbiamo fatto insieme per arrivare qui – ha dichiarato Andrea Piatto – perché ad una coalizione muscolare noi rispondiamo con una coalizione di qualità: ringrazio i segretari, i direttivi, i militanti e i candidati dei partiti e dei soggetti civici che sono già dentro questa alleanza, perché non mi hanno chiesto nulla, mi stanno lasciando agire in piena libertà e in profonda sintonia con il sentimento profondo di partecipazione che la città chiede. Ho scelto da subito Carmela Auriemma in tandem con me, sarà la co-Sindaca,  perché si è dimostrata una donna forte e capace in questi anni di duro lavoro in Consiglio comunale. Sara il garante della trasparenza amministrativa e della riorganizzazione comunale che dovrà poggiare sul merito”.

“Sorridevo alle notizie di stampa – aggiunge Andrea Piatto –, con la quale mi scuso, per non aver potuto dare le informazioni che chiedevano. Eravamo impegnati a dare un’anima al progetto e a schierare, da subito, un pezzo di squadra: comunico di aver chiesto la disponibilità ad Espedito Marletta di occuparsi nella Giunta che nascerà di Bilancio e PNRR, disponibilità che mi è stata accordata; di aver incontrato il dr. Tommaso Esposito, a cui ho proposto di occuparsi della Cultura, richiesta che ribadirò anche nelle prossime settimane; di aver incontrato un nostro concittadino che si occupa di Politiche Sociali, che vive il disagio per scelta e in possesso di una visione, capacità di progettazione e pianificazione strategica, disposto a lavorare e fare rete per realizzare legami di comunità, un operatore e non un politico, proveniente dall’Azione Cattolica, a cui ho proposto di portare questo suo contributo nell’Amministrazione comunale che nascerà”.

È stata una conferenza stampa molto partecipata che ha visto lo stupore dei giornalisti e cittadini presenti nel vedere le “due punte” presentarsi quasi a sorpresa. “La nostra scelta può sembrare particolare – dichiara Carmela Auriemmadecisa a livello locale in piena libertà. In solitaria saremmo sicuramente entrati in consiglio comunale ed avremmo fatto un’azione di opposizione come già abbiamo fatto fino ad oggi. Invece abbiamo scelto la città, senza alcun calcolo elettorale e mettendo a rischio la nostra stessa esistenza. Non appena abbiamo trovato le condizioni programmatiche che cercavamo, abbiamo preso in considerazione la possibilità di unire le forze – aggiunge Carmela Auriemma – perché il grande rischio che si corre è quello di vedere rieletto lo stesso identico consiglio comunale degli ultimi 10 anni. Non vogliamo essere solo spettatori ma anche protagonisti – continua Auriemma – e il gruppo di attivisti del M5S ha deciso di fare questa battaglia di Resistenza”.