Skip to main content

LA FOTO. Addio Nicola, città in lutto dopo tragedia in zona Asi

L’AGGIORNAMENTO

La comunità di Acerra piange Nicola Stellato, stimato architetto e persona di grande spessore, deceduta all’età di 64 anni, in un incidente stradale.

Unanime il cordoglio del mondo politico. Stellato era stato candidato alle Amministrative 2017 nelle fila del Pd. Così lo ricorda il segretario cittadino Carmine Siracusa: “L’ultima chiacchierata con Nicola c’è stata l’altro ieri sera. Andammo da lui Paola ed io. Perdo e perdiamo un amico, una persona perbene. La lunga militanza politica, prima nel PCI poi nei D.S. e quindi nel P.D., ha consentito di costruire tra di noi, e tra le nostre famiglie, uno straordinario rapporto personale. Una persona a cui non potevi non volergli bene. Sembra tutto così surreale. Ci mancherai, Nicola. Mancherai a noi e al Partito Democratico. Mancherai ai tanti che ti hanno conosciuto nei banchi del Consiglio Comunale. La stima per te era unanime. Ad Alba, ai figli Guido e Silvana, l’affettuosa vicinanza mia e del P.d. Un bacio, ovunque tu sia adesso”

“Il gruppo Movimento di Popolo piange commosso la perdita dell’amico Nicola Stellato … persona corretta, leale, competente e professionale. Ciao Nicola a nome di tutto il gruppo, voglio continuare a ricordarti sorridente e sereno, Ti ho voluto bene.”; “Il Movimento Cittadino FARE, ha appreso con sconcerto e dolore della dipartita dell’Arch. Nicola Stellato. Alla cara moglie Alba, ai figli e alla famiglia tutta, la vicinanza e l’affetto dell’Assessore Giovanni di Nardo, dei Consiglieri Comunali Vincenzo Piscitelli e Antonio Laudando e di tutti i candidati e i militanti.”

IL PRIMO LANCIO

ACERRA. Una terribile notizia sta squarciando la tranquillità della domenica pomeriggio acerrana.

Un drammatico incidente ha causato il decesso di uno stimato professionista residente nel centro storico, N.S.. Il sinistro è avvenuto nella tarda mattinata di oggi nella zona industriale. Il 60enne centauro era in sella al suo scooter e stava percorrendo il tratto dell’ex Montefibre quando è avvenuto l’incidente. Al momento dell’arrivo dei soccorsi il professionista era ancora cosciente.

Dopo l’intervento dei sanitari del 118 è stato trasporto all’ospedale Cardarelli di Napoli dove, stando alle testimonianze raccolte, è deceduto per la gravità delle ferite riportate.