Il giallo dell’ex primario scomparso in mare: s’indaga per naufragio colposo

Di Agosto 4, 2017Cronaca, Primo piano
Il giallo dell'ex primario scomparso in mare

Il 90enne Silvio Iodice, grande appassionato di pesca, è ancora disperso dopo il naufragio dello scorso 14 luglio. Manca all’appello anche il relitto della nave.

Silvio Iodice, primario di otorinolaringoiatria al Cardarelli, 90 anni e amante del mare, resta disperso dopo la scomparsa nelle acque al largo di Capri, la notte tra il 13 il 14 luglio scorsi.

La battuta di pesca era finita, il clima era buono. In tre stavano tornando a riva. Poi la vicenda si tinge di giallo: forse un improvviso guasto ai motori. I compagni di viaggio di Iodice, sopravvissuti, sono riusciti a resistere 24 ore a galla prima che la capitaneria di porto sia riuscita a trarli in salvo.

La barca colata a picco, la “Again”, era grande 9 metri ed era stata da poco collaudata. Con Iodice c’erano il 29enne Danilo Piscopo, accompagnatore e pescatore di professione, e il 70enne Vincenzo Solano.

Gli inquirenti indagano, confrontano le versioni. Il fascicolo non è per omicidio colposo perché il corpo di Iodice manca ancora all’appello, ma per naufragio colposo. Manca anche il relitto: dell’Again, a oggi, nessuna traccia.