Disastro economico post Covid: le attività maggiormente colpite in Campania

NAPOLI. Negli ultimi mesi, l’informazione relativa all’epidemia virale è stata giustamente monopolizzata dal piano vaccinale per la messa in sicurezza delle fasce maggiormente a rischio della popolazione: come si dice, la salute prima di tutto. Non devono sfuggire, però, i dati relativi al disastro economico verificatosi in tutta Italia e, in particolare, nella nostra regione, la Campania.

Stando ai dati raccolti dal ‘Centro studi di Confesercenti’, dopo appena un anno dalla diffusione sul nostro territorio del Covid-19, erano giù 20mila le aziende costrette alla chiusura, per una perdita di 35 miliardi di euro: di questi, ben 16 miliardi attribuibili all’area metropolitana di Napoli. Non è molto difficile, dunque, fare una stima dell’impatto della crisi a circa un anno e mezzo dall’inizio della pandemia.

Ma quali sono le attività maggiormente colpite in Campania? I settori più colpiti sono quelli del turismo, delle fiere e dei convegni, che arrivano a una diminuzione che, in alcuni casi, tocca anche picchi dell’80%. Seguono i cinema e i teatri, ancora fortemente penalizzati dalle limitazioni, le strutture alberghiere e le agenzie di viaggio. A ruota il settore della ristorazione, l’autonoleggio e la moda.

Insomma, in regione, ma in tutto il Sud, sono necessari interventi immediati per invertire una rotta che potrebbe portare, in poco tempo, un intero sistema al collasso. Basti pensare che alla catastrofe che riguarda le imprese segue, ovviamente, quella dei lavoratori a spasso: circa 3 milioni i lavoratori fermi in Campania, molti dei quali totalmente sprovvisti di reddito o alla ricerca disperata, dopo il licenziamento, di un nuovo impiego.

Altra nota dolente è quella dei debiti accumulati: le aziende che non hanno chiuso, infatti, hanno fatto ricorso a questa misura sostenuta dagli schemi di garanzia pubblica. Ancora più numerose le richieste di moratorie e di finanziamenti garantiti: si stima che due terzi delle imprese campane abbiano beneficiato di almeno una di queste due alternative.